Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Nè bulli nè vittime

Martedì 7 Febbraio scorso, in occasione della “Prima Giornata nazionale contro il bullismo a scuola”, in coincidenza con la Giornata Europea della Sicurezza in Rete indetta dalla Commissione Europea (Safer Internet Day),  l’Osservatorio permanente per la prevenzione dei bullismi del Piemonte, in collaborazione con il MIUR, la Città di Torino, la Regione Piemonte, il Distretto 2031 del Rotary International e con  EssereUmani Onlus, ha invitato tutte le istituzioni scolastiche e i giovani a dire “NO” al bullismo a scuola organizzando un evento che si è tenuto in p.zza San Carlo a Torino e concluso con un flash mob da parte di tutti gli studenti presenti. 

EssereUmani in tale occasione ha avviato la sua campagna:

Né bulli né vittime, solo esseri umani 

Un nodo blu contro il bullismo

 

Chi abbiamo incontrato per la nostra campagna NÉ BULLI NÉ VITTIME, SOLO ESSERI UMANI ? Guarda i nostri video

Download allegati:

ubuntu

  • Ubuntu
    Ubuntu

    Un antropologo in Africa studiava gli usi e i costumi della tribù Ubuntu.
    Un giorno, mentre aspettava l’auto che lo avrebbe riportato all’aeroporto, decise di proporre un gioco ad alcuni bambini...
    Mise un cesto pieno di frutta sotto a un albero, poi chiamò i bambini dicendogli che chi avesse raggiunto il cesto per primo, avrebbe vinto tutta la frutta.

    Commenta per primo! Letto 5604 volte Leggi tutto...

Giù le maschere

Vai all'inizio della pagina